vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di San Martino Canavese appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Cosa vedere

La costruzione del borgo antico - l'attuale capoluogo - risale verosimilmente all'epoca di costruzione della Torre-porta maggiore (XI° secolo) e si incomincia a distinguere il castello del bassopiano dal borgo nell'altopiano che viene chiamato San Martino del Monte.

L'abitato si estendeva a spina di pesce dal basso della "Rua" attuale fino alla linea da via Marta a vicolo Ghiardi; il decumano massimo, ossia la via est-ovest che divideva il borgo, era la "Rua" decumana che proseguiva verso la via Bernardi e vicolo Ghiardi, mentre il cardine, ossia la via perpendicolare principale, doveva essere l'attuale via Perrone.

Il borgo era fortificato, cioè circondato da fossati e cortine murarie costituite da ciottoli lavorati a spina di pesce e con megaliti ancora visibili sul lato nord (corseria o curiau), le costruzioni interne erano suddivise in isole o "Vici", di cui restano alcuni nomi: Bersano, Massoglia, Vercellino, Bevilacqua, Ghiardi, Lisa.

Le mura di fortificazione erano intervallate da almeno sei torri-porte, più piccole della maggiore sopra citata, e verso mezzogiorno, all'inizio della "Rua", vi era la chiesa dedicata alla Madonna delle Grazie (chiesa dei morti) che, dopo il suo ingrandimento, diventerà la chiesa della Pieve, dedicata a Santa Maria di Squarolo e a San Martino Vescovo.

In questo tempio, nel 1263 giurarono la convenzione contro i "berrovieri" (ladri e banditi), circa 100 uomini del borgo, i Conti del castello Guglielmo ed Enrico, nonché uomini di altri paesi della castellata e dl consortile.

Gli atti di questo giuramento rivelano alcuni dati importanti inerenti il Canavese, in particolare si apprende che i giurati erano complessivamente 2008 e si stima che la popolazione delle Comunità aderenti (partendo da Strambino, passando per tutti i Comuni della morena di destra e arrivando fino a Rivarolo, Front e Caluso; erano escluse le comunità dipendenti dal Vescovo di Ivrea, dall'Abbazia di Fruttuaria e dai signori di Masino) assommasse a circa 8000 persone, esclusi i servi e i bambini
Seleziona una o più categorie

Borghi - Ricetti - Torri - Edifici e Resti Storici

I vecchi forni a legna

Nome Descrizione
Indirizzo Frazione Cesare, Silva

Torre campanaria

Nome Descrizione
Indirizzo Via Sissoldo, 4

Castelli - Fortificazioni

Chiese - Oratori

Chiesa della Madonna delle Grazie

Nome Descrizione
Indirizzo Via San Rocco

Chiesa di San Francesco

Nome Descrizione
Indirizzo Località Gatto

Chiesa di San Grato

Nome Descrizione
Indirizzo Località Silva

Chiesa di San Maurizio

Nome Descrizione
Indirizzo Località Pranzalito

Parrocchiale di San Martino

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza della Chiesa
Telefono 0125.739131

Santuario della SS.ma Trinità

Nome Descrizione
Indirizzo Strada per San Martino Canavese

Tempio di Santa Marta

Nome Descrizione
Indirizzo Piazza della Chiesa

Sacrari - Cappelle Votive - Edicole - Celle

Cappella della Madonna della Neve

Nome Descrizione
Indirizzo Via Arduino, 61

Cappella di San Bernardo

Nome Descrizione
Indirizzo SP56